Arredamento, illuminazione e acustica – Reinventare il Design

Wenn Sie eingebettete Videos auf dieser Seite abspielen möchten, müssen Sie Youtube-Cookies akzeptieren. Wenn Sie diese akzeptieren, greifen Sie auf Drittanbieterinhalte von YouTube zu. Nimbus-Datenschutzrichtlinie

Le lampade Nimbus sono da sempre oggetti di design realizzati con grande cura e abilità artigianale. Il legno rappresenta la novità nel design dei nostri dispositivi di illuminazione. La vera sfida è stata riuscire a combinare due materiali organici - legno e feltro acustico - nel rispetto del nostro abituale standard di precisione e qualità.

Duro sopra, morbido sotto. Per il Lighting Pad Lounge abbiamo scelto due materiali diversi. Entrambi sono visibili e egualmente importanti dal punto di vista dell’osservatore. Sovrapposti a filo per creare un oggetto di design che al suo interno nasconde molto di più.

Perché il legno? Il legno sagomato e incollato viene utilizzato nella produzione di mobili fin dai tempi in cui i fratelli Thonet e Mart Stam inventarono la seduta e lo schienale curvati per la loro sedia a sbalzo, rendendola così molto più comoda.

Sulla loro scia Alvar Aalto, Charles e Ray Eames, Eero Saarinen e Arne Jacobsen hanno creato delle vere e proprie icone del design, e con le loro sedie e i loro modelli sono stati un’innovazione per il design con legno sagomato.

Organico. Il colore, le venature e la sensazione del legno raccontano la storia della sua origine. Esposto al vento e alle intemperie, ogni albero cresce in modo diverso e il suo carattere si riflette individualmente nel suo tronco. Nel linguaggio del design del nostro Lighting Pad Lounge valorizziamo il calore e la morbidezza del legno attraverso forme e transizioni delicate ed eleganti. Come elemento di contrasto abbiamo invece l'elevata precisione nella lavorazione e nelle giunzioni che abbiamo affinato in anni di manifattura del metallo.

Ispirato alla bionica. Il principio di un guscio robusto per proteggere un interno prezioso è stato sviluppato alla perfezione dall'evoluzione. La scocca del Lighting Pad Lounge tuttavia, non solo protegge i componenti ottici ed elettronici al suo interno, ma, grazie alla sagomatura sferica degli strati di legno incollati bidirezionalmente, garantisce anche la stabilità e la robustezza necessarie.

Il principio dello scheletro del dollaro della sabbia ci ha fornito l'ispirazione per la disposizione degli elementi per la luce indiretta della lampada.

Design vincente. "I fattori decisivi non sono stati solo il design accattivante, l'illuminazione individualmente adattabile, ma anche l'innovativa combinazione con le superfici acustiche [...] Qui abbiamo un prodotto molto bello e innovativo, che permette di creare degli scenari di illuminazione estetici e facilmente regolabili anche nella zona giorno." Verdetto della giuria AIT del "Innovationspreis Architektur + Technik 2020"

Da lampada a luce d’arredamento
Intervista con Dietrich F. Brennenstuhl,
designer responsabile del Lighting Pad Lounge

Qual è stato il punto di partenza per il Lighting Pad Lounge?
Tutto è iniziato con l'idea di unire i nostri due punti di forza, la luce e l'acustica, in un unico prodotto. Era il 2016. Il risultato è stato un elemento efficace a livello acustico, ma anche una fonte di luce: il Lighting Pad.
I nostri clienti, principalmente progettisti e architetti, furono entusiasti di questo prodotto così lineare e altamente funzionale, che in particolare colpì molto per la sua semplicità. I nostri clienti ci dimostrano ancora ancora oggi la considerazione che hanno di queste caratteristiche scegliendo la nostra lampada in progetti di piccole, medie e grandi dimensioni. Anche gli architetti la installano spesso nei loro uffici.

Cosa è successo dopo?
Dopo che il Lighting Pad ha avuto un così grande successo in ufficio, sono aumentate inaspettatamente le richieste di installazioni in ambienti abitativi o lounge. Ma il Lighting Pad inizialmente non era stato progettato per questo scopo!
Il Lighting Pad era stato progettato per l'utilizzo in uffici e ambienti professionali. La progettazione del retro della lampada aveva un approccio tecnico e sobrio , si concentrava sull'installazione dei componenti elettronici in modo preciso e ordinato ed era perfetto per gli arredi business. Appesa in un soggiorno o molto bassa in un ambiente lounge invece, la vista sul retro sarebbe stata una vera sfida.
Il nostro compito è stato quello di sviluppare la lampada in modo che mantenesse i suoi vantaggi tecnologici come l’assorbimento acustico e la luce non abbagliante, ma che diventasse allo stesso tempo un elegante elemento d'arredo.

Come trasformare una lampada così in un elemento di arredo?
Nimbus si era fatta un nome come purista dell’ambiente business e non ci allontanavamo volentieri da questa reputazione. La sfida entusiasmante è stata quella di trovare il giusto equilibrio tra il nostro purismo e un comfort più accogliente.
L’ospitalità di un ambiente dipende molto dalla sua illuminazione, ma anche dai materiali sei singoli elementi d’arredo. Il legno viene percepito come particolarmente accogliente, e infatti spesso troviamo pavimenti e tavoli in legno appositamente impiegati per creare un contrappeso caldo alle superfici più fredde e moderne, come l'acciaio, il calcestruzzo, il metallo o il vetro.
Il legno come elemento di design e materiale impiegato nella scocca oggigiorno si trova molto raramente nel settore dell'illuminazione. Mettere a punto la giusta formula e non scivolare nel cliché delle luci e del legno delle saune svedesi, è stata una vera sfida.

Da dove è nata l’ispirazione per questa entusiasmante idea?
Fin dall'inizio, quando pensavo al legno come materiale per la scocca, avevo in mente l'immagine della Eames Chair, quella fantastica icona del design degli anni Sessanta. Si può trovare praticamente in tutti gli appartamenti dove l’architettura più sofisticata incontra un adeguato interior design. Un classico senza tempo, nonostante l'ampia superficie di legno dietro allo schienale, o forse proprio grazie ad essa. Questa immagine mi affascinava talmente tanto che si sono rese necessarie numerose conversazioni con stimati colleghi nel campo dell'architettura, sia all'interno che all'esterno della nostra azienda; altrimenti sarei rimasto completamente assorbito dal mondo e dallo stile di Eames.

A quale aspetto è stata prestata particolare attenzione durante lo sviluppo?
“Form follows function”: per quanto vecchio sia questo detto di Sullivan, spero che la sua esattezza non venga mai meno. Un obiettivo importante è stato quello il raggiungimento del massimo grado anabbagliante, anche per i componenti della luce indiretta situati nella parte superiore della lampada. Volevamo che la nostra lampada si potesse adattare a tavoli da pranzo, a tavolini da salotto o ad ambienti lounge, ed è così che l'abbiamo dotata anche di una libera regolazione in altezza. Questo sistema permette di regolarla per usi e necessità diverse e ottenere la migliore atmosfera luminosa nella stanza in base alle varie situazioni.
Il risultato è una lampada dal carattere forte che con le sue linee sinuose padroneggia lo spazio circostante, composta di una luce che proviene da una fonte invisibile e di un'ulteriore fascio di luce indiretta regolabile altrettanto brillante. I toni caldi ed eleganti del legno opaco conferiscono al Lighting Pad Lounge un carattere tutto suo. Il colore della luce a regolazione continua completa infine la messa di scena di un dispositivo d’illuminazione stupefacente e audace.